NEWS

AGENTI CANCEROGENI

Direttive europee che modificano il D.Lgs. 81/2008

Pubblicata il 1 marzo 2021

Sostituiti gli Allegati XLII e XLIII del Testo Unico Ambientale
Con il Decreto del Ministero della Lavoro e delle Politiche Sociale e del Ministero della Salute dell'11 febbraio 2021, vengono recepite le direttive UE 2019/130 e 2019/983 del Parlamento Europeo e del Consiglio sulla protezione dei lavoratori con rischi derivati da un'esposizione ad agenti cangerogeni o mutageni durate le ore lavorative, modificando il D.Lgs. 81/2008.

MODIFCHE
Vengono sostituiti gli Allegati XLII e XLIII del D.Lgs. 81/2008 con quelli derivanti dalle nuove Direttive UE.

Nell'Allegato XLII (Elenco di Sostanze, Miscele e Processi) segnaliamo le seguenti modifiche (punto 7 e 8):

7. Lavori comportanti penetrazione cutanea degli oli minerali precedentemente usati nei motori a combustione interna per lubrificare e raffreddare le parti mobili all'interno del motore.

8. Lavori comportanti l'esposizione alle emissioni di gas di scarico dei motori diesel.

Nell'Allegato XLIII (Valori limite di esposizione professionale) segnalimo le nuove sostanze introdotte nell'elenco:

- Tricloroetilene,

- 14,4 '- Metilendianilina,

- Epicloridrina,

- Etilene dibromuro,

- Etilene dicloruro,

- Cadmio e suoi composti inorganici,

- Berillio e composti inorganici del berillio,

- Acido arsenico e i suoi sali e composti inorganici dell'arsenico,

- Formaldeide,

- 4,4'Metilene-bis (2 cloroanilina),

- Emissioni di gas di scarico dei motori diesel,

- Miscele di idrocarburi policiclici aromatici, in particolare quelle contenenti benzo[a]pirene, definite cancerogene ai sensi della direttiva 2004/37,

- Oli minerali precedentemente usati nei motori a combustione interna per lubrificare e raffreddare le parti mobili all'interno del motore.

 

SCARICA il D.Lgs 11/02/2021, direttiva 130 e 983


Gruppo Ecoricerche svolge il servizio di analisi in laboratorio e consulenza nel settore delle analisi chimiche, chimico-fisiche e fisiche
, rivolto alla soluzione dei problemi analitici legati all’ambiente (emissioni in atmosfera, acque, rifiuti, suolo) alla sicurezza nell’ambiente di lavoro (analisi chimico fisiche ambientali, rumore, vibrazioni, onde elettromagnetiche) e successivamente con l’avvento del REACH nel 2006 anche alla sicurezza dei prodotti immessi nel mercato europeo.
Per qualsiasi informazione chiama il numero 0424/500722 o scrivi a info@ecoricerche.com

Per offrirti il miglior servizio possibile Ecoricerche srl utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.       INFO   |   ACCETTO