NEWS

MUD

Scadenza presentazione MUD 2017.

Pubblicata il 3 aprile 2017

Entro il 30 aprile 2017 i produttori iniziali di rifiuti e/o le imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti sono tenuti alla presentazione della dichiarazione ambientale MUD 2017, relativa alla gestione dei rifiuti dell’anno 2016, sulla base dei dati inseriti nel registro di carico e scarico di cui all’art. 190 del D. Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii..

Come per lo scorso anno1, i produttori di rifiuti tenuti alla presentazione della suddetta comunicazione sono specificatamente tutte le imprese che producono rifiuti pericolosi e, per i soli rifiuti non pericolosi, le imprese e gli enti produttori iniziali che hanno più di 10 dipendenti2 e che svolgono le attività di cui all’art. 184 comma 3 lettere c), d) e g) del D. Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii..

Nulla dunque è variato rispetto all’anno precedente.

Si precisa comunque che:


  • le giacenze dei rifiuti presso il produttore al 31/12/2016 vanno separate a seconda che gli stessi siano avviati successivamente al recupero o allo smaltimento;
  • le modalità di spedizione previste dalla normativa vigente prevedono ancora l’invio telematicodella comunicazione, che sarà eseguito a cura della scrivente, come per gli anni scorsi.

Gli appuntamenti per la raccolta dati iniziano già dal mese di Febbraio.

 

Per l’anno 2017 GRUPPO ECORICERCHE offre i seguenti servizi:

 

Denuncia annuale rifiuti 2017 (anno 2016)

Come per gli anni precedenti Ecoricerche fornirà ai propri clienti il servizio per la compilazione MUD, con o senza sopralluogo presso Vs. stabilimento, comprensiva di raccolta dati, verifica registri di carico e scarico rifiuti e formulari di trasporto, compilazione denuncia annuale su supporto informatico ed invio telematico.

Servizio di consulenza relativo all’assistenza per una corretta gestione dei rifiuti

Il servizio verrà dettagliatamente descritto a chi ne farà richiesta mediante l'apposito modulo.

In caso di adesione/interesse ai servizi offerti si prega di compilare e inviare via Fax al n. 0424/500708 in modulo che è possibile scaricare al link:


MODULO RICHIESTA ASSISTENZA GESTIONE RIFIUTI

Per maggiori informazioni: commerciale@ecoricerche.com - tel. 0424 502684


 

Nota1: L’articolo 12 del Decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244 ha modificato il Decreto Legge 31 agosto 2013, convertito con modificazioni dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125, n. 101, stabilendo che, fino alla data del subentro nella gestione del Sistema di tracciabilità informatica dei rifiuti da parte del nuovo concessionario e comunque non oltre il 31 dicembre 2017 continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205.

 

In assenza di modifiche di legge il MUD “modello unico di dichiarazione ambientale sarà quello previsto dal D.P.C.M. 17 dicembre 2014, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 97 alla Gazzetta ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014, e successivamente confermato dal D.P.C.M. 21 dicembre 2015.

 

Nota2: Dipendenti: il numero dei dipendenti si calcola con riferimento al numero di dipendenti occupati a tempo pieno durante l’anno cui si riferisce la dichiarazione, aumentato delle frazioni di unità lavorative dovute ai lavoratori a tempo parziale ed a quelli stagionali che rappresentano frazioni, in dodicesimi, di unità lavorative annue. Vanno esclusi dal computo eventuali collaboratori non dipendenti e familiari, i lavoratori interinali, i tirocini formativi e gli stage, nonché i contratti di inserimento e reinserimento e di apprendistato.Per quanto concerne il titolare e i soci si ritiene che questi debbano essere conteggiati solo se inquadrati anch’essi come dipendenti dell’azienda, cioè a libro paga della medesima. Sono compresi i lavoratori a termine inseriti nell’ordinario ciclo produttivo e quindi rientranti nell’organigramma aziendale: per essi vanno computate le frazioni di unità lavorative, in dodicesimi, di unità lavorative annue.I lavoratori part time devono essere computati in proporzione all’orario svolto dal lavoratore.

Per offrirti il miglior servizio possibile Ecoricerche srl utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.       INFO   |   ACCETTO