10/2/2022

Ambiente

Modifiche all'Articolo 9 e 41

La Tutela Costituzionale dell'Ambiente

Ambiente e Salute anche nell'interesse delle future generazioni

L'8 febbraio 2022 la Camera dei deputati ha approvato definitivamente una proposta di legge volta ad inserire la tutela dell'ambiente tra i princìpi fondamentali della Costituzione Italiana.
La Camera dei deputati aveva approvato il testo, in prima deliberazione, il 12 ottobre 2021, nel medesimo testo del Senato, che lo ha approvato in seconda deliberazione il 3 novembre 2021, con la maggioranza dei due terzi dei componenti.

FINALITÀ

Finalità della modifica, sulla base di quanto evidenziato nel corso dei lavori parlamentari, è in primo luogo quella di dare articolazione al principio della tutela ambientale, ulteriore rispetto alla menzione della "tutela dell'ambiente, dell'ecosistema e dei beni culturali" previsto dall'articolo 117, secondo comma della Costituzione - introdotto con la riforma del Titolo V approvata nel 2001 – nella parte in cui enumera le materie su cui lo Stato abbia competenza legislativa esclusiva.

Accanto a quella dell'ambiente, si attribuisce alla Repubblica la tutela della biodiversità e degli ecosistemi. In tale ambito, viene introdotto un riferimento all'"interesse delle future generazioni", espressione utilizzata per la prima volta nel testo costituzionale.

L'ambiente è qui inteso nella sua accezione più estesa e sistemica: quale ambiente, ecosistema, biodiversità.

Articolo 9
La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.
Tutela l'ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell'interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali.

Articolo 41
L'iniziativa economica privata è libera.
Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla salute, all’ambiente, alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.
La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali e ambientali.

ECORICERCHE E L'AMBIENTE

Introdurre nella Costituzione italiana la tutela dell'ambiente è un passaggio importante. Certo, si tratta ancora di un disegno legge e ci vorrà del tempo prima di arrivare alla modifica vera e propria della nostra Costituzione. Tuttavia è un segnale fondamentale, quasi epocale. Lo è per noi, che viviamo oggi nell'ambiente che ci circonda, e lo è per le future generazioni, che vivranno domani nell'ambiente che lasceremo loro.

Ecoricerche sente nel vivo del proprio lavoro questa evoluzione. Nel 1986 nasceva il Ministero dell'Ambiente. Nello stesso anno, dalla passione per la tutela ambientale dei suoi fondatori, nasceva Ecoricerche. Per noi tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute è sempre stato il valore fondante del nostro lavoro. Valore che condividiamo ogni giorno con i nostri dipendenti e collaboratori, e con i clienti che scelgono la nostra professionalità.

Noi crediamo fermamente che l'ambiente, specchio e teatro del nostro essere, vada protetto e rispettato.

DOSSIER 07/02/2022
Modifiche agli articoli 9 e 41 della Costituzione in materia di tutela dell’ambiente

Gruppo Ecoricerche svolge il servizio di consulenza e analisi in laboratorio Accreditato nei diversi settori legati all'ambiente e la sicurezza nelle aziende.
Per qualsiasi informazione chiama il numero 0424/500722 o scrivi a info@ecoricerche.com

Autore

Ecoricerche s.r.l.

Condividi

Potrebbe interessarti anche:

Leggi tutte le news

Leggi tutte le news