Carbon Footprint di Organizzazione e/o di Prodotto

Calcolo della quantità di emissioni di gas ad effetto serra derivanti da un prodotto, un servizio, un processo, un evento, un individuo o un’intera organizzazione.

La Carbon Footprint è un parametro che rappresenta la quantità di emissioni di gas ad effetto serra che possono derivare da un prodotto, un servizio, un processo, un evento, un individuo o un’intera organizzazione, calcolate lungo l’intero ciclo di vita del sistema in analisi.

L’impronta di carbonio prende in considerazione le emissioni di diversi gas serra, opportunamente convertiti in CO2eq, secondo quanto stabilito dal Protocollo di Kyoto in occasione della Convezione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici:

  • Anidride carbonica (CO2);
  • Metano (CH4);
  • Ossido nitroso (N2O);
  • Idrofluorocarburi (HFC);
  • Perfluorocarburi (PFC);
  • Esafluoruro di zolfo (SF6).

La Carbon Footprint è una variabile di fondamentale importanza, in particolare per aziende pubbliche, amministrazioni e organismi internazionali, che permette sia di determinare quanto i propri impatti emissivi contribuiscono al cambiamento climatico, che di monitorare l’efficienza ambientale ed energetica delle proprie strutture.

Analizzare e contabilizzare le proprie emissioni di gas serra, si può rivelare una vera e propria strategia di business per valorizzare le proprie attività e le politiche di responsabilità sociale, incentivando le aziende ad attuare interventi per la mitigazione dei propri impatti.

Il Gruppo Ecoricerche, attraverso i propri tecnici fornisce ai propri clienti il supporto necessario alla valutazione della Carbon Footprint secondo i principali standard internazionali.

Carbon Footprint di organizzazione

Analogamente, per quanto riguarda la valutazione di organizzazione, esistono due standard internazionali: il GHG Protocol e la ISO 14064-1.

Il GHG Protocol rappresenta un sistema di reporting per la misurazione e la quantificazione delle emissioni di gas climalteranti dirette e indirette, ed è strutturato in 3 “Scopes”:

  • Scope 1 (obbligatorio): richiede di calcolare tutte le emissioni dirette dell’azienda ovvero quelle relative a: utilizzo di combustibili per energia, veicoli, processi produttivi, ecc. e utilizzo di sostanze chimiche e emissioni accidentali o fuggitive;
  • Scope 2 (obbligatorio): richiede di calcolare le emissioni indirette, ovvero di produzione fisica esterna all’azienda e al di fuori del suo controllo, relative all’utilizzo di elettricità, vapore, fluidi vettori caldi o freddi acquistati;
  • Scope 3 (facoltativo): richiede il calcolo delle emissioni indirette relative all’utilizzo di energia per la fabbricazione di prodotti e materiali acquistati all’esterno, combustibili per veicoli non aziendali (es. spostamento dipendenti) e combustibili per viaggi aziendali.

La norma ISO 14064-1 è una metodologia internazionale definita e riconosciuta, che permette alle organizzazioni di quantificare le proprie emissioni di gas climalteranti al fine di poterle mitigare attraverso politiche di Carbon Management.

I possibili benefici derivanti dal calcolo della valutazione della Carbon Footprint eseguito attraverso le suddette metodologie sono molteplici:

  • Identificazione delle criticità relative alle emissioni di gas serra e promozione di attività per la loro mitigazione;
  • Aumento della credibilità e trasparenza verso i portatori di interesse, con conseguente miglioramento dell’immagine;
  • Monitoraggio e controllo delle proprie prestazioni ambientali;
  • Agevolazione nel commercio delle emissioni di gas serra.

Carbon Footprint di prodotto/servizio

Per la valutazione dell’impronta di carbonio di prodotto o servizio è stato sviluppato lo standard internazionale UNI CEN ISO/TS 14067:2014 “Gas ad effetto serra – Impronta climatica dei prodotti (Carbon footprint dei prodotti) – Requisiti e linee guida per la quantificazione e comunicazione” che riprende i concetti dell’analisi LCA per quantificare le emissioni di gas ad effetto serra lungo tutto il ciclo di vita.

La sua adozione permette di comprendere le fasi di maggiore criticità ambientale di un ciclo produttivo, consentendo la conseguente adozione di scelte progettuali o di interventi specifici in grado di ridurre e compensare gli impatti ambientali aziendali. I benefici conseguenti sono legati ad una riduzione degli sprechi e ad un aumento dell’efficienza, con evidenti ricadute produttive ed economiche.

Un unico partner
per ogni tua esigenza

Qualunque sia la sfida in materia di Ambiente, Sicurezza, Sostenibilità e Formazione, sapremo trovare una soluzione su misura per lo sviluppo della tua azienda.

Vuoi maggiori informazioni riguardo questa consulenza?

Compila il form qui a fianco, il nostro team di esperti ti contatterà a breve.

Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.