Rischi Chimici

Valutazione e monitoraggio della presenza e dell’utilizzo di sostanze chimiche nel luogo di lavoro.

La valutazione dei rischi chimici è uno degli aspetti centrali per una corretta gestione dei rischi nei luoghi di lavoro. Valutare e gestire attentamente gli agenti chimici significa:

  • analizzare le schede di sicurezza dei prodotti (ai sensi del Regolamento REACH, Reg. (CE) 1907/2006), specialmente quelli di nuova introduzione, al fine di non aggravare i rischi esistenti;
  • valutare i rischi conseguenti agli usi di sostanze e miscele chimiche e cancerogene, individuando eventuali misure tecniche e organizzative di miglioramento;
  • monitorare gli inquinanti aerodispersi nei luoghi di lavoro, al fine di garantire la rispondenza ai valori limite di esposizione professionale.

Ecoricerche possiede competenze specifiche derivanti sia dall’esperienza di valutazione che dalla disponibilità di un proprio laboratorio di analisi. La nostra struttura è pertanto in grado di:

  • effettuare una corretta valutazione dei rischi, secondo gli standard internazionali più aggiornati;
  • pianificare ed effettuare misurazioni di monitoraggio ambientale degli inquinanti aerodispersi.

Valutazione rischio chimico

Il Testo Unico D.Lgs. 81/2008 prescrive la valutazione degli agenti chimici pericolosi, sia quelli classificati (ai sensi del Regolamento CLP, Reg. (CE) 1272/2008) che quelli che possono comportare un rischio per la sicurezza e la salute dei lavoratori a causa delle loro proprietà chimico-fisiche.

La valutazione viene sviluppata analizzando ogni attività lavorativa in cui sono utilizzati agenti chimici (quali la produzione, la manipolazione, l’immagazzinamento, il trasporto e la gestione dei rifiuti) o nelle quali vi può essere esposizione ad agenti chimici sviluppati a seguito di specifiche lavorazioni. 

Le metodologie utilizzate, possono variare in base alle necessità del cliente in: 

  • Mo.Va.Ris.Ch. una modalità di analisi che attraverso un percorso informatico semplice consente di effettuare la valutazione del rischio chimico per la salute dei lavoratori secondo quanto previsto dall'articolo 223 del D.Lgs. 81/08”, approvato dai gruppi tecnici delle Regioni Emilia-Romagna, Toscana e Lombardia.
  • Al.Pi.Ris.Ch modello applicativo per la valutazione del rischio da agenti chimici in ambienti di lavoro proposto dalla Regione Piemonte.

Linee guida ISPRA per la valutazione del rischio da esposizione ad agenti chimici pericolosi e ad agenti cancerogeni e mutageni concepito per l’esposizione dei lavoratori addetti ai laboratori.

La nostra attività può essere così riassunta:

  • sopralluogo per la mappatura delle mansioni e attività interessate dal rischio e raccolta delle schede di sicurezza; 
  • analisi degli utilizzi e delle modalità di esposizione legati agli agenti chimici, compresi sostanze e miscele classificate, eventuali inquinanti aerodispersi che possono originarsi dai processi analizzati, i rifiuti pericolosi che possono derivare dalle lavorazioni;
  • valutazione del rischio chimico per la salute utilizzando la metodologia più adatta tra quelle proposte, che considera le caratteristiche degli agenti chimici, le modalità e i tempi di manipolazione ed esposizione;
  • valutazione del rischio chimico per la sicurezza attraverso check-list che considerano le caratteristiche dell’ambiente di lavoro e l’organizzazione delle attività, nonché i livelli di rischio incendio e il rischio ATEX;
  • elaborazione della relazione di valutazione con determinazione del giudizio per la salute (rilevante o irrilevante, con dettaglio di un indice di rischio tossicologico) e per la sicurezza (basso o non basso);
  • supporto nella definizione e implementazione di azioni di miglioramento, sia tecniche che procedurali, con successivo aggiornamento della valutazione.

A margine, o contestualmente, alla valutazione del rischio chimico, i nostri tecnici specializzati, grazie al confronto con il nostro laboratorio, sono in grado di proporre un piano di campionamenti ambientali per la valutazione degli inquinanti aerodispersi.

Valutazione rischio cancerogeno

Il Testo Unico D.Lgs. 81/2008 prescrive la valutazione dell’esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni, come classificati dalla normativa di riferimento (Regolamento CLP, Reg. (CE) 1272/2008).

La valutazione da noi proposta verrà sviluppata analizzando ogni attività lavorativa in cui sono utilizzati agenti cancerogeni e mutageni o nelle quali vi può essere esposizione a tali agenti, comprese le lavorazioni specifiche citate dalla normativa di riferimento. Infatti, la necessità di valutazione di tale aspetto è sempre più pervasiva in quanto, nel tempo, la normativa è in continuo aggiornamento. La valutazione del rischio cancerogeno può infatti interessare, solo per citarne alcune, le attività di:

  • trattamento superficiale (quali cromature e nichelature),
  • falegnamerie (per l’esposizione a polveri di legno duro);
  • carpenteria e lavorazioni meccaniche (per l’esposizione a nichel e formaldeide);
  • chimica e stampaggio materie plastiche (formaldeide);
  • lavori comportanti esposizione a polvere di silice cristallina respirabile

La nostra attività può essere così riassunta:

  • sopralluogo per la mappatura delle mansioni e attività interessate dal rischio e analisi degli utilizzi e delle modalità di esposizione;
  • valutazione dell’esposizione al rischio cancerogeno attraverso schede mansionali di valutazione che considerano le caratteristiche degli agenti chimici, le modalità e i tempi di manipolazione ed esposizione; 
  • elaborazione della relazione di valutazione con determinazione del giudizio di esposizione delle varie mansioni;
  • supporto nella compilazione del registro di esposizione attraverso il portale INAIL.

A margine, o contestualmente, alla valutazione del rischio cancerogeno, i nostri tecnici specializzati, grazie al confronto con il nostro laboratorio, sono in grado di proporre un piano di campionamenti ambientali per la valutazione degli inquinanti aerodispersi.

Inquinanti aerodispersi in ambiente di lavoro

Il D.Lgs. 81/2008 prevede la misurazione del livello di esposizione dei lavoratori ad inquinanti aereodispersi, ovvero valutazione dell’esposizione dei lavoratori agli agenti chimici.

Ecoricerche esegue numerose prove in riferimento alla determinazione degli inquinanti aereodispersi nell’aria, all’interno dei locali di lavoro, a causa di lavorazioni e processi presenti in svariate attività produttive.
La fase di campionamento degli  agenti chimici sarà eseguita in campo da tecnici specializzati. I campioni prelevati poi saranno consegnati al laboratorio interno dell’azienda dove saranno effettuate le misure. Sarà poi eseguita l’elaborazione dei dati con successiva emissione dei rapporti di prova e di una relazione tecnica a commento dei risultati delle misure.

I risultati delle analisi dei differenti inquinanti aerodispersi vengono confrontati con i valori limite previsti dal D.Lgs. 81/2008 e dalle normative internazionali come ad esempio l’ACGIH.

Un unico partner
per ogni tua esigenza

Qualunque sia la sfida in materia di Ambiente, Sicurezza, Sostenibilità e Formazione, sapremo trovare una soluzione su misura per lo sviluppo della tua azienda.

Vuoi maggiori informazioni riguardo questa consulenza?

Compila il form qui a fianco, il nostro team di esperti ti contatterà a breve.

Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.